Quali sono gli elementi essenziali del contratto di lavoro subordinato?

Prima di vedere in dettaglio quali sono gli elementi essenziali del contratto di lavoro subordinato è importante capire cosa si intende per rapporto di lavoro subordinato e come avviene la stipulazione dello stesso.

La stipulazione del contratto di lavoro subordinato avviene nel momento in cui le parti raggiungono un accordo in ambito dello svolgimento della prestazione di lavoro richiesta dalla azienda.
.

Cosa si intende per rapporto di lavoro subordinato?

Con rapporto di lavoro subordinato si intende un rapporto di lavoro nel quale un lavoratore in cambio della retribuzione si impegna a prestare il proprio lavoro alle dipendenze e sotto la direzione del datore di lavoro.
.

Quali sono le caratteristiche del contratto di lavoro?

Il contratto di lavoro subordinato soggiace alle regole previste dall’Art. 1325 del Codice Civile e seguenti.

Ai fini della validità dello stesso, infatti, è necessario che nel contratto vi sia la compresenza di determinati elementi essenziali, quali:

  • la capacità e il consenso delle parti: le parti devono essere in grado di concludere un contratto di lavoro;
  • la causa: la causa del contratto di assunzione deve essere lecita;
  • l’oggetto: Il contratto di lavoro deve indicare l’attività che il lavoratore andrà a svolgere e la stessa deve essere lecita, possibile, determinata o determinabile;
  • la forma: il contratto di lavoro può essere stipulato oralmente, è preferibile in ogni caso la forma scritta che si formalizza appunto attraverso la lettera di assunzione.

Cosa va indicato nella lettera di assunzione?

La lettera di assunzione deve riportare una serie di elementi essenziali che caratterizzano il rapporto di lavoro.

All’interno della stessa inoltre è utile inserire alcune informazioni inerenti al contratto, quali l’identità delle parti, la data di inizio del rapporto di lavoro, l’indicazione di un eventuale periodo di prova, la durata del rapporto di lavoro se siamo in ambito di un contratto a termine, il luogo di lavoro, l’inquadramento, il livello, la qualifica e le mansioni stabilite.

Per tutto ciò non indicato nella lettera si fa un rimando alla contrattazione collettiva applicata.

Stipulato il contratto di assunzione il datore di lavoro deve comunicare l’assunzione in via telematica al ministero del lavoro entro le 24 ore del giorno che precede quello di effettiva instaurazione del rapporto di lavoro. Il datore di lavoro può effettuare la comunicazione direttamente o affidandosi a soggetti abilitati alla trasmissione quali i Consulenti del Lavoro.

Alla base del contratto di lavoro subordinato c’è la selezione del personale. Momento molto importante del rapporto di lavoro.

Il datore di lavoro, autonomamente o tramite servizi finalizzati ad agevolare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, quale ad esempio la Fondazione dei Consulenti del Lavoro, provvede alla scelta del lavoratore da assumere a seguito di uno o più colloqui conoscitivi.

Individuata finalmente la persona da assumere, si procedere con la stipulazione vera e propria del contratto di assunzione.

Per approfondire l’argomento oggetto del presente articolo contattami cliccando qui

Tags:

#assunzioni, #cdl, #contratto, #lavorosubordinato, #news